Giardini Margherita

Il giardino venne fatto realizzare dal conte Giacomo Costa nella prima metà dell’Ottocento; Costa possedeva un palazzo signorile nella vicina via Roma e incaricò Giovanni Motta di creare un giardino in stile romantico da utilizzare per lo svago e il passeggio. 

Secondo i gusti dell’epoca l’area verde venne abbellita da elementi scenografici, arredi e composizioni vegetali con specie ornamentali. Erano presenti inoltre un laghetto, attraversato da un ponticello in ferro, grotte e collinette artificiali, un tempietto dedicato a Psiche, un obelisco e altri arredi, un piccolo labirinto verde e una serra per la protezione invernale di agrumi e altre piante. 

Nel 1856 Costa concesse una parte del giardino al Comune di Piacenza per il pubblico passeggio. Alla sua morte nel 1880 tutta l’area venne acquistata dal Comune di Piacenza per sistemare la zona di accesso alla stazione ferroviaria: una parte del giardino, un tratto di mura e una serie di abitazioni furono demolite per fare posto al piazzale della stazione. 

Sempre molto frequentato, soprattutto nei mesi estivi, il parco è sede di manifestazioni pubbliche, concerti e spettacoli per adulti e bambini.


da non perdere nei dintorni

Eventi
Gli itinerari consigliati per te
Vivi e gusta